“Cantine Aperte in Vendemmia” sarà il titolo della manifestazione nazionale che domenica 27 settembre il Movimento Turismo del Vino organizzerà in tutta Italia per festegiare il vino nuovo. Siamo alla diciassettesima edizione che , coinvolge gli enoappassionati nel’affascinante rituale della raccolta e della prima lavorazione delle uve. A settembre il profumo delle uve e del mosto accoglie i degustatori nelle cantine del Movimento Turismo del Vino in tutta Italia. È il momento in cui le aziende si animano del lavoro incessante in vigna e della selezione dei grappoli migliori, un periodo suggestivo per visitare i vigneti, partecipare insieme ai vignaioli alla raccolta dell’uva e alle prime fasi di lavorazione. Per accogliere al meglio gli appassionati, le aziende organizzano eventi speciali come mostre d’arte, spettacoli, concerti e molto altro. Trattasi di un evento che, data la specificità di epoche di raccolta diverse fra regioni e regioni, zone e zone, dà modo di organizzare un calendario più lungo per una fruizione turistica che consente, perché no, di andare anche in regioni diverse. Fortunati quelli che avranno la possibilità di esplorare tutte le opportunità create dal Movimento Turismo del Vino della Puglia che quest’anno valorizzerà in modo particolare il Nero di Troia della Daunia ed il negroamaro. La promozione dell’agroalimentare è attività strategica per rilanciare e rafforzare l’immagine dei prodotti, come del vino, rappresentativo delle nostre tradizioni e del territorio. Il settore vitivinicolo rappresenta un’opportunità per l’economia, in termini di indotto economico e occupazione. In questa che si sta rivelando davvero un’ottima vendemmia, i produttori aprono le cantine con l’obiettivo di mostrare a consumatori, appassionati e winelovers che cosa accade all’interno delle aziende agricole, dal vigneto alla vasca di vinificazione, e fare comprendere quanto la cura e la passione siano indispensabili per dare ottimi risultati. Chi vorrà avrà l’opportunità di approfittare della manifestazione pensata per dare particolare eco alla magia di questo rituale che valorizza anche i vitigni autoctoni . Dal Gargano al Piemonte, sarà un brulicare di iniziative volte alla promozione ed alla conoscenza del vini nel momento di questa sua speciale fase di raccolta e produzione (www.movimentoturismovino.it)

Davide Biasco